Condizioni generali di contratto

§ 1 Aspetti generali

(1)    Le presenti Condizioni generali di contratto sono parte integrante di tutte le offerte e i contratti di forniture e servizi di Creaton GmbH.
(2)    Esse si applicano in modo esclusivo. Non riconosciamo come valide eventuali condizioni del committente che ostino si discostino dalle nostre condizioni generali di contratto, a meno che non abbiamo espressamente concordato per iscritto la loro validità. Le nostre condizioni generali di contratto si applicano anche se effettuiamo la consegna al committente senza riserve essendo a conoscenza di condizioni del committente che ostano o si discostano dalle nostre condizioni generali di contratto.
(3)    Tutti gli accordi aggiuntivi, gli accordi accessori o le modifiche, anche se già concordati oralmente, devono essere messi per iscritto.
(4)    Accordi post-contrattuali possono avere efficacia soltanto se stipulati da un rappresentante autorizzato. 
(5)    Qualora sia stata concordata la validità di clausole Incoterms, prevarranno le clausole Incoterm nella versione corrente pubblicata dalla Camera di commercio internazionale.

§ 2 Offerte, oggetto contrattuale, accordo sulla natura della cosa venduta

(1)     Le nostre offerte non sono vincolanti. Solamente l'ordinazione vale come offerta vincolante. L'accettazione di questa offerta avviene a nostra discrezione tramite l'invio di una conferma d'ordine o l'effettuazione incondizionata della fornitura o dei servizi ordinati.
(2)     Quanto alla natura della merce, in linea di principio, vale come concordata soltanto la nostra descrizione del prodotto. Esternazioni pubbliche, propaganda o pubblicità non rappresentano una indicazione contrattuale sulla natura della merce. Tali descrizioni della natura della merce o altre dichiarazioni sulla merce non sono da intendere come garanzia. Il committente può appellarsi a una garanzia solamente se dichiarata per iscritto ed espressamente come garanzia.
(3)     I manufatti in laterizio sono merci alla rinfusa omogenee prodotte in un processo di combustione naturale. Campioni di ogni tipo e dimensioni, modelli, immagini e descrizioni possono pertanto valere soltanto come pezzi illustrativi non vincolanti. Ci riserviamo discrepanze minime rispetto alla nostra offerta o campione in termini di dimensioni, qualità, peso e colore.
(4)     Variazioni minime del colore e di altre finiture di superficie (in particolare efflorescenze, microfratture) sulle merci e altre discrepanze del loro aspetto (irregolarità, deformazioni insignificanti), che non influiscono negativamente sull'utilità dei prodotti, non devono essere considerate una violazione del contratto. Lo stesso si applica a rotture di tipo comune. L'usura dovuta all'età e agli agenti atmosferici non costituisce un difetto della cosa.

§ 3 Consegna (parziale), date di consegna e passaggio del rischio

(1)    La consegna viene effettuata franco fabbrica (ex works secondo Incoterms 2010). 
(2)    Abbiamo diritto a effettuare consegne parziali entro il termine di consegna specificato se queste sono accettabili per il committente.
(3)    La consegna al committente viene effettuata esclusivamente nella misura in cui ciò sia stato concordato per iscritto e, anche in quel caso, esclusivamente a spese del committente. Se la merce viene consegnata al cliente su sua richiesta, il rischio di perdita accidentale e deterioramento accidentale della merce passerà al committente al momento della consegna della merce al corriere / spedizioniere. Ciò si applica anche in caso di consegne parziali e ritiri effettuati personalmente dal cliente. In caso di consegna, il committente deve garantire che il punto di scarico possa essere calpestato da un rimorchio per autocarri del peso fino a 40 tonnellate e fornire adeguate possibilità di scarico della merce a livello del suolo. In caso di violazione colposa degli obblighi contrattuali, il committente è responsabile di eventuali danni causati dalla mancata osservanza di questi presupposti. Il committente è inoltre responsabile per i danni che si verificano se il veicolo di consegna non viene scaricato immediatamente o in modo proprio per motivi che egli è tenuto a rappresentare. 
(4)    Il firmatario della bolla di consegna che riceve la consegna per conto del committente si intende autorizzato all'accettazione della merce.
(5)    Le date di consegna richiedono espressa conferma scritta per essere vincolanti. 
(6)    In caso di consegne entro le 24 ore (consegna con corriere espresso) o di modifica successiva degli ordini di consegna da parte del committente entro le 24 ore precedenti all'inizio della data di consegna originaria (modifica del luogo di consegna o dell'orario di consegna), i costi aggiuntivi risultanti saranno a carico del committente. 
(7)    Cause di forza maggiore e altri eventi straordinari imprevedibili, inclusi, ma non limitati a, carenze di materiali, energia, manodopera e trasporti, interruzioni della produzione, agitazioni sindacali, ritardi nelle consegne dei nostri fornitori, interruzioni del traffico e disposizioni che ci rendono incapaci di adempiere ai nostri obblighi di consegna ci esonerano completamente dal nostro obbligo di prestazione per l'intera durata degli effetti ovvero in caso di impossibilità di effettuare la consegna. Informeremo immediatamente l'acquirente circa il verificarsi di un tale caso.
(8)    Si esclude la restituzione di prodotti standard consegnati privi di difetti. Qualora Creaton acconsenta eccezionalmente alla restituzione di merci senza difetti, verrà effettuata una nota di credito, a condizione che venga determinata la riusabilità illimitata dei prodotti da parte di Creaton. Ulteriori dettagli in merito sono disponibili nelle Condizioni generali di consegna contenute nel listino prezzi attuale.
(9)    Qualora il cliente sia in ritardo di accettazione o violi altri obblighi di collaborazione, saremo autorizzati a chiedere un risarcimento per il danno da noi subito, inclusi eventuali costi aggiuntivi. Ulteriori rivendicazioni restano riservate.

§ 4 Pagamento, condizioni di pagamento e diritti di recesso e diritti di ritenzione

(1)    A meno che non sia stato concordato un altro termine di pagamento, le nostre fatture sono esigibili senza detrazioni 30 giorni dopo la data della fattura. In caso di pagamenti effettuati entro 8 giorni, Creaton garantisce uno sconto del 3%, in caso di bonifico SEPA garantisce uno sconto del 4% sull'importo della fattura al netto dei costi per i pallet. Su pallet e servizi non si garantisce alcuno sconto. 
(2)    Si può concordare il pagamento anticipato.
(3)    I pagamenti devono essere versati esclusivamente al domicilio di pagamento indicato sulla fattura.
(4)    Se viene concordato un bonifico SEPA, saremo autorizzati a riscuotere i pagamenti dal conto del cliente tramite addebito diretto. Il committente incarica il proprio istituto di credito di disimpegnare gli addebiti diretti da noi prelevati. L'incasso dell'addebito viene effettuato alla data di scadenza. Se la data di scadenza cade in un giorno non operativo della banca, l'incasso sarà effettuato il giorno operativo successivo. Il cliente verrà informato del prelievo (pre-notifica) almeno un giorno lavorativo bancario prima dell'effettuazione dello stesso. Il cliente assicura di provvedere alla copertura del conto. Non è possibile uno storno ai sensi dell'art. 675x BGB (Codice Civile Tedesco). I costi sostenuti a causa del mancato pagamento dell'addebito sono a carico del cliente, a condizione che il mancato pagamento o il riaddebito non siano stati causati da noi.
(5)    Se il foro competente generale del committente è al di fuori della Repubblica Federale di Germania, il pagamento deve essere effettuato tramite pagamento anticipato o lettera di credito irrevocabile confermata da una grande banca tedesca o da un istituto di credito pubblico tedesco.
(6)    L'obbligo di pagamento del committente si ritiene adempiuto con la nota di credito sul nostro conto bancario specificato.
(7)    L'accettazione di assegni o cambiali è ammessa solo in luogo di adempimento. Sconto, spese e costi sono a carico del committente.
(8)    I diritti di compensazione spettano al committente soltanto se le sue contropretese sono state legalmente stabilite, non sono da noi contestate o sono da noi riconosciute. Nelle transazioni commerciali, il committente può far valere un diritto di ritenzione soltanto se la sua contro-pretesa è basata sul medesimo rapporto contrattuale. 
(9)     Quanto alla compensazione dei pagamenti su interessi e costi si applica l'art. 367 BGB, nella misura in cui la detrazione dello sconto sul nuovo debito del committente è esclusa.
(10)    Accordi su bonus, sconti o altre prestazioni a favore del committente o di terzi sono soggetti ad azione risolutiva in caso di eventuale mancato o incompleto pagamento dei nostri crediti, indipendentemente dal motivo sul cui si basa il mancato pagamento da parte del committente. In caso di arretrati di pagamento di qualsiasi tipo, viene determinata sin d'ora la compensazione di crediti di Creaton GmbH con crediti del committente derivanti da accordi su bonus, sconti o altre prestazioni.
(11)    In aggiunta e a complemento, e senza limitare l'art. 321 BGB, si applica quanto segue:   Qualora, dopo la conclusione del contratto, un credito di Creaton risulti evidentemente compromesso a causa dell'incapacità finanziaria del committente (ad esempio dubbi sull'affidabilità creditizia), Creaton ha il diritto di effettuare ulteriori forniture solo dietro pagamento anticipato, di esigere immediatamente tutti i crediti in sospeso, compresi i crediti dilazionati e precisamente anche per cambiali già accettate.
(12)    Il committente entra in mora con la soddisfazione di un credito dovuto mediante il ricevimento del sollecito, della citazione in giudizio o la consegna di un'ingiunzione di pagamento. È altresì in mora se è stata fissata una scadenza di calendario per l'adempimento ed egli non paga entro il tempo stabilito. Fermo restando quanto sopra, il committente entrerà in mora trenta giorni dopo la data di scadenza e il ricevimento di una fattura o di una richiesta di pagamento equivalente. Il mancato pagamento da parte del committente ci autorizza, senza pregiudizio degli altri diritti a noi spettanti, ad addebitare interessi di mora superiori dell'8% al tasso di interesse base. Se può essere dimostrato un danno maggiore causato dal ritardo di pagamento, siamo in grado di far valere questo danno; il committente, a sua volta, ha il diritto di dimostrarci che non vi è stato per noi alcun danno o solo un danno minore a causa del mancato pagamento.

§ 5 Prezzi

(1)    I prezzi si intendono franco fabbrica o franco partenza più spese di trasporto, imposta sul valore aggiunto, dazi doganali e altri costi sostenuti tra la conclusione del contratto e il trasferimento contrattuale delle merci. 
(2)    Se non è stato concordato alcun prezzo per iscritto, si applica il prezzo di listino valido al momento della conclusione del contratto. I listini prezzi e le informazioni riportate sul catalogo e su internet non sono vincolanti. Per pattuire un prezzo fisso, in linea di principio, è necessario un accordo scritto.
(3)    In deroga a quanto sopra, si applica il prezzo di listino valido al momento della consegna ovvero del ritiro della merce se nel tempo che intercorre tra la conclusione del contratto e la consegna ovvero il ritiro sono intervenuti aumenti di costi, in particolare per l'energia, il personale e le imposte, che non erano prevedibili nella loro entità e che fanno apparire ingiustificato un mantenimento del prezzo concordato. Lo stesso vale per il traffico non commerciale, tuttavia esclusivamente a condizione che siano trascorsi più di quattro mesi tra la conclusione del contratto e la consegna o il ritiro autonomo della merce da parte del cliente; se l'aumento dei prezzi di listino è superiore al 5%, il cliente non commerciale ha diritto alla risoluzione del contratto (diritto di risoluzione o di recesso). Gli aumenti dei costi vengono certificati di volta in volta al committente dietro sua richiesta.
(4)    In aggiunta e a complemento valgono i listini prezzi contenuti nelle condizioni di consegna per quanto concerne i costi di trasporto, di consegna e di spedizione.

§ 6 Diritti d'autore/ diritti di marchio, dati tecnici

(1)    Ci riserviamo tutte le rivendicazioni in materia di diritto d'autore per le illustrazioni, i disegni e altri documenti forniti da noi. La distribuzione dei nostri prodotti è consentita esclusivamente sotto i marchi esistenti e protetti (tra cui: Creaton). 
(2)    Forniamo informazioni tecniche e suggerimenti di realizzazione al meglio delle nostre conoscenze nell'ambito del nostro servizio clienti, tenendo conto della legislazione applicabile in materia edilizia e delle regole del settore edile. Il committente è tenuto a controllare in prima persona l'idoneità della merce ordinata e la realizzazione proposta per l'uso previsto. Siamo autorizzati a modificare i dati tecnici dell'oggetto di consegna ordinato nella misura in cui ciò sia ragionevole per il cliente.

§ 7 Imballaggi

(1)    Se, su richiesta del cliente, l'imballaggio si discosta dallo standard o se la merce viene spedita su legname squadrato o pallet riutilizzabili contrassegnati come tali, il relativo importo verrà addebitato separatamente. 
(2)    Il cliente può restituire i pallet riutilizzabili che ha ricevuto con la merce, in buone condizioni e senza costi di trasporto per noi. In cambio riceverà una nota di credito. L'importo della nota di credito si basa sul listino prezzi. Il committente non può restituire più pallet di quelli che ha ricevuto dall'appaltante. A tale riguardo, Creaton conserva elenchi di uscite e restituzioni, in cui è indicato il saldo dei pallet riutilizzabili. Nel calcolo del saldo, vengono prese in considerazione solo le uscite effettuate negli ultimi 12 mesi.
(3)    In caso di ritiro da parte del cliente, verrà rimborsato un costo di spedizione sulla base del nostro listino prezzi, che invieremo su richiesta. Il materiale dell'imballaggio non viene tenuto in considerazione nel determinare il peso del trasporto; il rimborso del trasporto contempla esclusivamente il peso della merce. 

§ 8 Diritti di reclamo per vizi

(1)    Per quanto concerne i diritti di reclamo per vizi, se non diversamente stipulato nel contratto o nelle presenti Condizioni generali di contratto, si applicano le disposizioni di legge.
(2)    Il committente è tenuto a ispezionare immediatamente la merce fornita al momento del ricevimento. Eventuali difetti riconoscibili, divergenze nei quantitativi o consegne errate devono esserci notificati immediatamente per iscritto, e non oltre cinque giorni nelle transazioni commerciali entro ed entro due settimane nel traffico non commerciale. Qualora venga omessa la notifica tempestiva, saranno esclusi anche i diritti relativi a difetti materiali. Deve esserci garantita l'opportunità di accertare congiuntamente le contestazioni segnalate e di essere presenti ai prelievi per i test sui materiali. 
(3)    Presupposto per far valere i diritti di reclamo a causa di vizi è che il committente abbia movimentato e stoccato correttamente la merce acquistata e abbia eseguito l'installazione, la posa, il montaggio o altre ulteriori lavorazioni secondo le regole tecniche, le direttive e le norme applicabili, i vincoli imposti delle approvazioni e le nostre specifiche di fabbrica
(4)    Le tolleranze commerciali in riferimento a misure, peso, eccetera non costituiscono un difetto.
(5)    In caso di denuncia giustificata e tempestiva dei vizi da parte del committente abbiamo diritto, a nostra discrezione, alla rettifica sotto forma di eliminazione dei difetti o consegna di un nuovo prodotto privo di difetti. Se la rettifica fallisce, il cliente ha il diritto, a sua discrezione, di richiedere la risoluzione o la riduzione del prezzo. 
(6)    La nostra consulenza non è vincolante, si esclude – per quanto legalmente possibile - ogni responsabilità al riguardo per causa o entità.

§ 9 Risarcimento dei danni

(1)    Nella misura in cui nessuna norma legale si oppone, si esclude ogni responsabilità.
(2)    Ciò non si applica ai danni derivanti da lesioni alla vita, all'integrità fisica o alla salute, qualora siamo responsabili di un inadempimento o e di altri danni che si fondano su un inadempimento intenzionale o gravemente negligente da parte nostra
(3)    Lo stesso vale anche per la responsabilità obbligatoria ai sensi della legge sulla responsabilità del produttore.
(4)    A un inadempimento di Creaton GmbH si intende equivalente quello dei suoi rappresentanti legali o agenti vicari. Se Creaton GmbH è responsabile di una inadempienza, il committente ha diritto al recesso dal contratto di acquisto secondo le condizioni legali nella misura in cui non si tratti di un difetto dell'oggetto acquistato.
(5)    Quanto sopra si applica in particolare a rivendicazioni per negligenza nelle trattative contrattuali, violazione di un obbligo secondario o altre rivendicazioni legali
(6)    Restano inalterate le rivendicazioni per danni dovuti a impossibilità o incapacità. Lo stesso si applica nella misura in cui la responsabilità è obbligatoria sulla base delle disposizioni della legge sulla responsabilità del produttore

§ 10 Riserva di proprietà, garanzia del credito

(1)    I beni consegnati rimangono di proprietà di Creaton (beni riservati) fino al ricevimento di tutti i pagamenti dovuti dal committente per contratto. Il committente è tenuto a garantire un trattamento accorto della merce
(2)    Nel traffico commerciale la riserva di proprietà si estende a tutti i crediti derivanti dal rapporto d'affari con il committente, inclusi i crediti accessori.
(3)    In caso di violazione degli obblighi contrattuali da parte del committente, in particolare in caso di mancato pagamento, siamo autorizzati al ritiro della cosa consegnata. Nel ritiro della cosa non è implicito il recesso dal contratto, a meno che non sia stato da noi dichiarato espressamente.
(4)    L'elaborazione o la trasformazione della cosa acquistata da parte del committente è sempre presupposta per noi. Se la cosa acquistata viene trasformata con altri oggetti a noi estranei, acquisiamo la comproprietà della nuova cosa in proporzione del valore della cosa acquistata (importo finale della fattura, inclusa imposta sul valore aggiunto) rispetto agli altri oggetti trasformati al momento della trasformazione.
(5)    Se la cosa acquistata viene commista inseparabilmente con altri oggetti a noi estranei, acquisiamo la comproprietà della nuova cosa nella proporzione del valore della cosa acquistata (importo finale della fattura, inclusa imposta sul valore aggiunto) rispetto agli altri oggetti commisti al momento della commistione. Se la commistione avviene in modo tale che l'articolo del committente deve essere considerato come la cosa principale, vale come concordato che il committente ci trasferisce la comproprietà proporzionale. Lo stesso vale in caso di unione o di trasformazione.
(6)    Il committente ha il diritto e l'autorizzazione a vendere la cosa acquistata nel normale corso degli affari. Tuttavia, egli cede fin da questo momento tutti i crediti per l'ammontare dell'importo della fattura finale (compresa l'imposta sul valore aggiunto) del nostro credito, che gli risultano dalla rivendita a suoi clienti o a terzi, e ciò indipendentemente dal fatto che la cosa acquistata sia stata venduta senza oppure dopo la lavorazione o la trasformazione, l'unione o la commistione. Il committente allo stesso modo cede a noi anche i crediti (compreso il diritto di concedere un'ipoteca a garanzia) che gli risultano nei confronti di terzi dall'unione della cosa acquistata con un fondo immobiliare. Se il committente stesso è il proprietario del fondo immobiliare, la cessione anticipata copre nella stessa misura i crediti risultanti dalla vendita del fondo o da diritti di proprietà reale.
(7)    Il committente resta autorizzato a riscuotere personalmente i crediti a noi ceduti. In caso di ritardo di pagamento da parte del committente, tuttavia, siamo autorizzati a revocare l'autorizzazione alla riscossione a lui concessa in riferimento ai crediti a noi spettanti. Il committente in questo caso è tenuto a fornirci le informazioni che ci sono necessarie per far valere i crediti a noi spettanti. La cessione a terzi dei crediti derivanti dalla vendita dei beni riservati è consentita al committente solo nella misura in cui ha luogo ai fini della riscossione dei crediti (factoring).
(8)    Se il valore realizzabile delle garanzie a noi concesse dal committente supera i nostri crediti di oltre il 20 %, saremo obbligati a richiedere lo sblocco delle garanzie in misura corrispondente. La selezione delle garanzie da sbloccare è di nostra responsabilità

§ 11 Cessione, clausola salvatoria

(1)    Trasferimenti di diritti e obblighi del committente derivanti dal contratto stipulato con noi richiedono il nostro consenso scritto per essere efficaci.
(2)    Qualora singole disposizioni del contratto con il committente, comprese le presenti condizioni generali di contratto, siano o diventino invalide, del tutto o in parte, ciò non pregiudica la validità delle altre condizioni. Piuttosto, si intende concordato ciò che può essere concordato in modo efficace – avvicinandosi maggiormente allo scopo economico della condizione inefficace

§ 12 Note sull'utilizzo dei dati

Se abbiamo ricevuto il vostro indirizzo di posta elettronica in relazione alla vendita di un bene o servizio, usiamo questo indirizzo a scopi di pubblicità diretta di corrispondenza per nostre merci o servizi simili. Naturalmente siete autorizzati ad opporvi in qualsiasi momento a questo utilizzo dei vostri dati. A tal fine non vi sono altri costi oltre ai costi di trasmissione secondo le tariffe di base. La vostra opposizione può essere inviata all'indirizzo postale Creaton GmbH, Widerruf, Dillinger Str. 60, 86637 Wertingen oppure via e-mail a info@creaton.de

§ 13 Lingua del contratto, luogo di esecuzione, foro competente, legge applicabile

(1)    La lingua del contratto concordata è la lingua tedesca.
(2)    Il luogo dell'adempimento per le consegne e in caso di ritiro diretto da parte del cliente è, ove non diversamente concordato, il luogo di consegna (fabbrica o deposito di distribuzione), per i pagamenti il domicilio di pagamento indicato sulla fattura. Gli assegni devono essere inviati a: Creaton GmbH, Dillinger Str. 60, 86637 Wertingen.
(3)    Tutti i rapporti giuridici che sorgono per le parti dal contratto sono regolati dalla legge della Repubblica Federale di Germania esclusa la Convenzione sulla vendita internazionale di merci delle Nazioni Unite (CISG).
(4)    Il foro competente per tutte le controversie derivanti da e in connessione con il contratto, anche per azioni legali pertinenti ad assegni e cambiali, è la sede di attività di Creaton, a condizione che siano soddisfatti i presupposti di cui all'art. 38 comma 1 ZPO (Codice di procedura civile tedesco). Abbiamo anche il diritto di agire in giudizio presso il tribunale competente per il committente o in qualsiasi altro tribunale che potrebbe avere giurisdizione ai sensi del diritto nazionale o internazionale.
(5)    Nel traffico non commerciale, il foro competente è la sede di residenza del convenuto.


Aggiornamento: 05/07/2018